COME SI FA

01. PRIMA DI TUTTO
Approfondisci

1 - Insieme è meglio

Chiama un amico volenteroso (in questo caso forse è meglio avere un No Pain Kit a testa, così non vi litigate il pennello). Pitturare sarà ancora più divertente e avrai qualcuno da incolpare dei tuoi errori.

 

2 - Un po’ di musica

Metti della musica o scegli una playlist tra quelle che abbiamo preparato per te qui. Attenzione: cantare e usare il rullo a mo’ di microfono non migliorerà la qualità del lavoro finito.

 

3 - F*****o alle macchie

Essere coperti di vernice può farti sembrare un imbianchino professionista, ma forse ti conviene mettere dei vestiti sporcabili o, se non vuoi rinunciare allo stile, le nostre t-shirt e il nostro cappello.

 

4 - Adesso si inizia davvero: E niente. La preparazione è finita. Vai al prossimo punto perché è arrivata l'ora di pitturare abbestia.

02. PREPARIAMO
Approfondisci

1 - Via tutto

Per non fare disastri, sposta tutti i mobili appoggiati o vicino alle pareti e le cose appese ai muri. Mettili al centro della stanza e copri tutto con un telo.

 

2 - Meglio di CSI
Armati di panno, scopa o aspirapolvere e togli tutto lo sporco da zoccolini, porte e angoli del soffitto. Se vuoi fare le cose per bene, puoi anche dare una veloce passata alle pareti con un panno poco umido.

 

3 - Il tappabuchi
Se a furia di appendere quadri hai trasformato il muro in uno scolapasta, stendi con una spatola un po’ di stucco per chiudere i buchi. Non hai la spatola e lo stucco? No problem, abbiamo fatto il Kit Stucco apposta per questo. #RobaDaPro Dopo aver stuccato, togli le imperfezioni con la nostra spugnetta e la parete diventerà come seta.

  

4 - È l’ora del nastro

Questa è una parte importante, quindi attenzione. Usa il nastro per isolare l’area da pitturare e non schizzare zoccolini, porte, finestre, ecc. Meglio iniziare dagli angoli applicando strisce di circa mezzo metro, sovrapponendo le estremità per almeno 1 centimetro. Posiziona il nastro facendolo attaccare bene al muro, in modo che la vernice non possa passare. #RobaDaPro Non nastrare il soffitto, ma applica una striscia di nastro sulla parte alta del muro per creare un profilo bello da vedere e non sporcare il soffitto.

 

5 - E non dimenticarti le protezioni

Nel nostro No Pain Kit c’è anche un telo copri tutto. Mettilo a terra se non vuoi dipingere anche il pavimento. #RobaDaPro Fissa il telo con un un po’ di nastro e non te lo porterai in giro per casa quando ci camminerai sopra.

3. SI PITTURA
Approfondisci

Partiamo dall’alto

Al contrario di quando fai un panino, per pitturare si parte dall’alto e poi si scende. Quindi inizia con il soffitto e poi le pareti. Così le macchie di vernice che sparerai in giro facendo il soffitto, verranno coperte pitturando i muri. Chiaramente se devi fare solo il soffitto, copri le pareti con un telo e non te ne pentirai.

 

Quante mani mi toccano

Per quanto riguarda il soffitto ne basta una. Sulle pareti consigliamo di darne almeno due (tre per i colori più scuri) e di aspettare minimo 3 ore tra una e l’altra. Se non sai cosa fare mentre aspetti che una mano si asciughi, qui qualche idea.

 

Primer o non primer

Ma soprattutto, cosa cazzuola è un primer? Non è altro che una base che fa attaccare meglio la vernice alla parete. Noi consigliamo di usare il nostro Optimus Primer quando si scelgono tinte scure, se devi mettere una tinta chiara su una parete scura o se il muro ha delle imperfezioni che vanno mascherate. Così il colore rende meglio senza dare 8 mani di vernice.

 

Facciamoci una vaschetta

Come avrai notato, né il pennello né il rullo entrano nella nostra tanica di vernice. Per questo abbiamo pensato a una comoda vaschetta. L’unica cosa che devi fare tu è versarci dentro un pochino di vernice e diluire con un goccio d’acqua.

 

Ma il soffitto è in alto

Esatto e se non vuoi spaccarti la schiena o usare una scala, puoi usare il manico di una scopa per prolungare il rullo. E se non vuoi farti una tinta ai capelli con la nostra vernice, ricordati che abbiamo un fighissimo cappello. Finito di pitturare il soffitto, festeggia bevendo qualcosa, aspetta che la vernice si asciughi un pochino e poi dacci dentro con le pareti.

 

Pennello Vs. Rullo

In realtà non è una sfida, ma scritto così fa figo. In generale conviene usare il pennello per dipingere bordi, angoli e zone difficili, per poi fare le parti più gradi con il rullo. Quindi: prima fai tutti i contorni con il pennello e poi ci pitturi dentro con il rullo. Un po’ come i disegni all’asilo.

 

Usa bene il pennello

Impugna il pennello come se fosse una penna e poggialo sul muro finchè le setole non si piegano leggermente. Dipingi dei brevi tratti orizzontali sovrapponendoli leggermente e poi passaci sopra facendo dei lunghi tratti verticali. #RobaDaPro usa il pennello per dipingere una striscia più larga vicino al soffitto così non rischi di sporcarlo quando userai il rullo.

 

Rulla duro, ma non troppo

Ricordi cosa ti abbiamo detto prima sul partire dall’alto e poi scendere? Ecco, quando usi il rullo, vale la stessa identica cosa. Non esagerare con la vernice sul rullo, anzi, mettine poca e fai ampie passate dall’alto verso il basso. La pressione deve essere leggera. Se stai schiacciando più forte di quanto faresti per stendere l’impasto della pizza, allora stai esagerando. Se non sai fare la pizza, schiaccia piano e basta.

4. PAUSA
Approfondisci

Va bene, va bene. Hai fatto una parete intera e puoi premiarti con una birra. Però prima dedica un secondo a mettere a posto (almeno) pennelli e rullo. Basta metterli a mollo in un pochino d’acqua e il gioco è fatto. L’importante e che non li lasci così per più di 6 ore, se no sono da buttare lo stesso.

5. CE L’ABBIAMO FATTA
Approfondisci

È inutile che fai storie, lo sappiamo che alla fine pitturare è stato più semplice di quanto pensassi. Adesso però tocca mettere a posto, ma ti promettiamo che sarà facile.

 

Subito

Non aspettare che la vernice si asciughi o diventerà un casino da fare. Stacca subito il nastro togliendolo delicatamente con un angolo di 45 gradi. Se un po’ di vernice è filtrata sotto il nastro, puoi levarla con un panno bagnato.

Non dimenticarti dilavare i pennelli. Visto che le nostre vernici sono all’acqua, basta un po’ di acqua tiepida e del sapone. Poi sciacqua bene e fai asciugare prima di mettere via tutto.

 

Subito dopo

Oh! Hai pitturato una (o magari anche più di una) parete! C’è da andarne fieri e soprattutto da vantarsi con gli amici. Fai subito una foto e mettila sui social taggandoci @TingPaint e usando l’hashtag #TingPaint.

 

E adesso dove la butto?

Ti è avanzata della vernice? Vorremmo poterti dire che è un rifiuto facile da smaltire, ma ti mentiremmo. Se vuoi essere davvero eco-friendly puoi travasare la vernice rimasta in un contenitore, farla asciugare e poi buttare tutto nell’indifferenziata.

OPPURE, con molte meno rotture, puoi tenerla per eventuali ritocchi, per pitturare altre superfici o magari regalarla a qualche amico (e ci fai pure bella figura).

PAINTING WITHOUT PAIN  PAINTING WITHOUT PAIN  
PAINTING WITHOUT PAIN  PAINTING WITHOUT PAIN  
PAINTING WITHOUT PAIN  PAINTING WITHOUT PAIN